Agos
Visa
MasterCard
American Express
Cubalibre Viaggi e Turismo
Cubalibre Viaggi e Turismo

NATALE A DUBAI E MAURITIUS

grattacielo-dubai

18 Dicembre
12 gg / 10 notti
da Milano, Roma
e Venezia

da euro 2660 pp

Leggi tutto  
Cubalibre Viaggi e Turismo
Cubalibre Viaggi e Turismo

Newsletter
Cubalibre Viaggi e Turismo

Cubalibre Viaggi e Turismo
Non c'e' vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare. Seneca
Cubalibre Viaggi e Turismo

Locanda Degli Antichi Sospiri

Stati Uniti d'America

Informazioni generali

Capitale: Washington
Popolazione: 293.655.000  
Superficie: 9.372.614 Km2
Lingue: Inglese e 
Religioni:cattolica e protestante in maggioranza. Sono presenti anche altre religioni come la musulmana, buddista, ecc.
Moneta: Dollaro statunitense (US$)

Ambasciata d'Italia a Washington

3000 Whitehaven Street, NW
Washington, DC 20008
U.S.A
Tel.: +1 (202) 612-4400
Fax: +1 (202) 518-2151/2154
cell. di servizio:
+1 (202) 2573753
sito www.ambwashingtondc.esteri.it
e-mail:
Questo indirizzo e-mail รจ protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ingresso nel paese

Passaporto: necessario

Viaggi all’estero di minori: la normativa sui viaggi all’estero dei minori varia in funzione delle disposizioni nazionali. Si consiglia di assumere informazioni aggiornate presso le Ambasciate o i Consolati del Paese accreditati in Italia, presso la propria Questura ed il proprio agente di viaggi.

Anche i minori possono beneficiare del "Visa Waiver Program - Programma di viaggio in esenzione di Visto" solo se in possesso di passaporto individuale, non essendo sufficiente né la loro iscrizione sul passaporto dei genitori, né il lasciapassare.
Nel caso in cui il minore sia iscritto nel passaporto di uno dei genitori, occorre richiedere il visto, qualunque sia il periodo di soggiorno negli U.S.A.
In caso di incertezza, si consiglia vivamente di farsi rilasciare - anche per viaggi di turismo o affari per periodi inferiori a tre mesi - un normale visto d’ingresso dai Consolati degli Stati Uniti, in quanto la relativa procedura comporta un controllo preventivo e in caso di concessione facilita l'ingresso in frontiera. Al riguardo si consiglia di consultare i siti www.usembassy.it e www.travel.state.gov.

Visto d’ingresso: per entrare negli Stati Uniti d’America in esenzione di visto "Visa Waiver Program” – Programma di viaggio in esenzione di Visto", occorre essere in possesso di uno dei seguenti documenti:
• passaporto elettronico, rilasciato a partire dal 26 ottobre 2006.
• passaporto a lettura ottica rilasciato o rinnovato prima del 26 ottobre 2005
• passaporto con foto digitale rilasciato fra il 26 ottobre 2005 e il 26 ottobre 2006
Per usufruire del programma "Visa Waiver Program" (Viaggio in esenzione di visto) è necessario:
• viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo
• rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni
• possedere un biglietto di ritorno.
In mancanza anche di uno dei suddetti requisiti, è necessario richiedere il visto. Si ricorda che il passaporto deve essere in corso di validità e che la data di scadenza deve essere successiva alla data prevista per il rientro in Italia.
La proroga nel Paese oltre i 90 giorni, può compromettere la possibilità di usare nuovamente il programma.
Va tenuto ben presente che il soggiorno negli Stati Uniti sulla base del “Visa Waiver Program” non dà alcun titolo a svolgere attività lavorativa, anche saltuaria, se non in possesso di uno specifico visto. Queste attività sono considerate illegali e possono comportare l'espulsione e l'iscrizione nelle rubriche di frontiera, pregiudicando futuri ingressi nel Paese.
Tutti i cittadini italiani che entrano nel Paese, in esenzione di visto “Visa Waiver Program” o con visto USA di una delle seguenti categorie:
- B1/B2 affari o turismo per periodi di permanenza superiori ai 90 giorni o per sanare precedenti situazioni irregolari;
- F/M/J/Q -studenti, studiosi, ricercatori, scienziati, anche in ambito di scambi culturali;
- H/L/O/P- lavoratori temporanei;
- C1- in transito verso paesi terzi;
- C1/D -equipaggi d’aerei o navi;
- R- (religiosi);
- I - (giornalisti);
- E - (operatori economici e commerciali);
sono soggetti nell’ambito del programma US-VISIT all’acquisizione delle impronte digitali (indice sinistro e destro) e della fotografia digitale all’arrivo alle frontiere americane (aeroporti e porti e in futuro anche alle frontiere terrestri).

In base a recenti disposizioni, le autorità di frontiera, al momento dell'ingresso del visitatore, hanno la discrezionalità di limitare sul modulo I-94 il periodo di permanenza in USA di titolari di visti B1-B2 multipli di lunga durata. Coloro che superano tale durata saranno segnalati e futuri ingressi in USA potranno essere negati per un periodo variabile dai 3 ai 10 anni.

Al momento di partire dagli USA, accertarsi che la compagnia aerea (o l’Autorità di frontiera, in caso d’uscita via terra o marittima) ritiri il modulo I-94 attestante l’ingresso negli Stati Uniti (il mancato ritiro può far risultare negli archivi informatici dell’Autorità di frontiera una situazione illegale, pur essendo regolarmente usciti dal Paese).
Il programma US-VISIT prevede la registrazione automatica delle uscite, grazie alla verifica delle impronte digitali e della fotografia acquisite all’entrata, attraverso speciali “unità di lettura” (KIOSK) già installate in via sperimentale ai posti di controllo in uscita degli aeroporti di Baltimora e Chicago.

Si ricorda infine l'obbligo, per i possessori di "carta verde", di risiedere negli Stati Uniti per almeno 6 mesi nel corso dell'anno, e di segnalare alle autorità d'immigrazione le eventuali variazioni di residenza durante la permanenza nel Paese. Si sono già verificati problemi, a questo riguardo, per l'ingresso negli Stati Uniti di possessori di "carta verde" che risiedono stabilmente all'estero e non rispondono quindi ai requisiti citati.

Dal 12 gennaio 2009, per i cittadini degli Stati facenti parte del Visa Waiwer Program (VWP) che si recano temporaneamente negli Stati Uniti per turismo o motivi di lavoro, è obbligatorio registrare on-line (https://esta.cbp.dhs.gov. ) i propri dati utilizzando la procedura elettronica ”Electronic System for Travel Authorization” (ESTA). L’ESTA sostituisce la compilazione del modulo cartaceo I-94W e consente alle autorità degli Stati Uniti di effettuare il controllo sulle persone che hanno intenzione di entrare in territorio statunitense prima del loro imbarco su nave o aereo.
Si consiglia in ogni caso di consultare direttamente il sito Internet del Dipartimento di Stato USA: www.cbp.gov/travel
 Le risposte che verranno fornite dal sistema “ESTA” potranno essere di tre tipi:

1)“Authorisation  Approved”, nel caso di concessione dell’autorizzazione. L’autorizzazione sarà valida per due anni o fino a quando il passaporto del viaggiatore non scade e consentirà la possibilità di effettuare più viaggi negli Stati Uniti senza che per ognuno di essi sia necessaria una nuova registrazione on - line ed una conseguente nuova autorizzazione;

 2)“Travel not Authorized”, nel caso di diniego dell’autorizzazione. In tal caso occorrerà rivolgersi al Consolato americano presso il quale è stata fatta richiesta per il visto per gli Stati Uniti;

 3) "Authorization Pending", nel caso in cui siano necessarie ulteriori informazioni ai fini del rilascio dell’autorizzazione.

Un’autorizzazione  “ESTA” (come già avviene attualmente in base al Visa Waiver Program) non garantirà un’automatica ammissione in territorio americano che sarà lasciata alla discrezionalità delle competenti autorità doganali e di frontiera.

Al fine di facilitare il processo di valutazione dei dati forniti con la registrazione, si consiglia di compilare il modulo ESTA non meno di 72 ore prima della partenza.

Per maggiori informazioni riguardo il programma “ESTA” si consiglia di consultare direttamente il sito internet: www.cbp.gov./travel.

Formalità valutarie e doganali: è opportuno dichiarare somme superiori a 2.500 Euro al fine di evitare contestazioni alla partenza

 

Situazione climatica

 Se si eccettua l'Alaska, dominata da caratteristiche climatiche subpolari, gli USA hanno un clima essenzialmente temperato che varia da zona a zona in rapporto sia alla vastità del territorio, sia  alla sua conformazione (disposizione meridiana e periferica dei rilievi), sia alla sua apertura su tre distinti fronti marittimi. Con l'esclusione delle fasce costiere atlantica e pacifica, la vastissima area centrale è una specie di corridoio, ampiamente aperto a nord e a sud, agli alterni movimenti di due masse d'aria: la polare continentale, proveniente dal Canada e la tropicale marittima, spirante dal Golfo del Messico che si spingono nell'interno del Paese. D'inverno l'aria polare, fredda e asciutta, può raggiungere le regioni meridionali, generalmente miti, arrecando anche improvvise gelate. D'estate l'aria tropicale calda e umida può spingersi fino alla zona dei Grandi Laghi, portando pioggia e banchi di nebbia.

California: San Francisco conosce deboli sbalzi di temperatura da una stagione all'altra. In estate le temperature sono molto gradevoli di giorno, ma possono abbassarsi all'improvviso quando soffia il vento. In inverno il clima è mite durante il giorno, ma piove spesso e le notti sono fredde. A sud, il clima è di tipo mediterraneo, con inverni miti ed estati calde. In inverno come in estate talvolta la costa è investita dal vento Santa Ana, secco e carico di polvere. La temperatura del mare non supera mai i 20°C . All'interno la temperatura scende con l'altitudine a ridosso del litorale e della Sierra Nevada. In estate è meglio evitare le zone desertiche a est e a nord est di Los Angeles e Phoenix, la città piú assolata e torrida degli Stati Uniti.

Si fa presente che nella stagione estiva (da giugno ad ottobre ed in alcuni casi fino a novembre) possono verificarsi fenomeni ciclonici (uragani, cicloni, tempeste tropicali ecc…) anche a latitudini più basse delle usuali.
Ai viaggiatori ed in particolare ai velisti e croceristi che intendano recarsi nelle zone caraibiche, si suggerisce di consultare le previsioni meteorologiche della zona, visitando il sito web (www.nhc.noaa.gov) del Tropical Prediction Center di Miami nonché di seguire i comunicati delle locali capitanerie portuali.

Idee di viaggio

BIG APPLE & DRIVE
13 giorni/12 notti
Viaggio individuale Fly & Drive
New York – Los Angeles – Santa Barbara – Santa Maria – Monterey – San Francisco – Yosemite – Mammoth Lakes – Death Valley – Las Vegas – Los Angeles
Dettagli
 
FLORIDA- VIAGGIO GUIDATO
8 giorni/7 notti
Viaggio organizzato con accompagnatore dall’Italia Boscolo Tour
Orlando – Cape Canaveral - Miami
Minimo 8 partecipanti
Dettagli
WALKING IN NEW YORK CON ACCOMPAGNATORE DALL'ITALIA